lunedì 13 agosto 2012

Cheesecake di ricotta e cioccolato amaro


Non so mai se i dolci mi piace più farli o mangiarli. Per la cheesecake direi che amo in equa misura entrambe le cose ... specie se collaudo stratagemmi per ridurre il senso di colpa dopo averne divorato una fettona. Quali stratagemmi? Beh, per esempio preparare un impasto di sola ricotta. La ricotta fresca è un latticino leggerissimo e, se ci si astiene dall'aggiungervi panna o philadelphia, rende la torta più digeribile.

Image from http://www.abbasciano.it

Questa versione di cheesecake l'ho presa dal web. Modificando come sempre le dosi a mio piacimento ...

Ingredienti:

180 gr. di biscotti Digestive
110 gr. di burro (più una noce per ungere la tortiera)
500 gr. di ricotta fresca
150 gr. di zucchero
un pizzico di sale
2 uova
120 gr. di cioccolato fondente (io ho usato quello amaro)

Riducete in polvere i Digestive e mescolateli in una ciotola al burro fuso. Lasciate in frigorifero il tempo di una telefonata al moroso o all'amica, di un caffè e della preparazione della tortiera. Usatene una a cerniera (facilita molto la vita, credetemi): imburratela bene e ricopritela di carta da forno. Io che sono malata ritaglio la carta della circonferenza della mia tortiera e ne preparo una striscia dell'altezza del bordo, in modo che non si creino pieghe che potrebbero deformare la mia torta. 
Fatto tutto ciò, create il fondo pressando ed uniformando l'impasto di biscotti che ha riposato in frigo. Verrete investiti da un godurioso odore di burro ... ma non è il momento di "spiluccare"!
Mentre la base così creata riposa in frigo per altri 30 minutini, preparate la crema: mantecate bene la ricotta sino ad ottenere un composto liscio. Aggiungete lo zucchero, il sale e le due uova. Versate 2/3 dell'impasto nella tortiera con la base di biscotti e mescolate al rimanente il cioccolato sciolto a bagnomaria. Trasferite anche quest'ultimo composto nella tortiera, sopra l'altra crema.

Io ho usato il microonde impostato su 175° aria ventilata per circa 45-50 minuti (verso la fine, immergetevi uno stuzzicadenti: se risulterà poco umido, la torta va bene. L'impasto dev'essere morbido e non eccessivamente asciutto, ma neppure liquido).

Sfornate la torta e lasciatela in frigo fino al momento di servirla. E fate in fretta a fotografare, nel caso, altrimenti vi ritroverete con ben poco da immortalare ...




P.S: a special thanks to my brother, a.k.a. "il boss delle cheesecake",  per la consulenza prestata.

5 commenti:

Stefania Orlando ha detto...

Dev'essere divina.
E come te, non so se mi piace più farli o mangiarli, i dolci.
Forse farli per mangiarmeli? :-)

SaraG83 ha detto...

Concordo!

Donkuri ha detto...

Io preferisco mangiarli anche se come hai potuto vedere nel mio blog,ogni tanto mi cimento a farli :)

mariarosaria ha detto...

Che meraviglia!!!!!Mi fai venire la voglia di provare a farla!!!!!!Ti farò sapere!

Edith Pilaff ha detto...

Ciao,proprio bella questa cheesecake,e senz'altro un po' piu' "forgiving" della versione tradizionale.Bellissimo il tuo post su Berlino!
Un salutone e a presto!