mercoledì 25 settembre 2013

Filetti d'aringa alle mandorle con succo d'arancia e avocado


Spongebob - il mio MERAVIGLIOSO cricetino

Riecchimi!

E' ormai oltre un mese che sono tornata alla routine, un lasso di tempo sufficiente a rendere le vacanze un lontano ricordo. E voi? Mica ancora al cazzeggio sfrenato (leggasi con un tono carico d'invidia, quella brutta)?
Nulla di nuovo al momento ... Le vere novità dovrebbero arrivare fra poco: mi sono iscritta ad un corso di disegno. Illustrazione e fumetto, per la precisione. Le lezioni, a dire il vero, inizieranno ad ottobre, ed io non vedo l'ora. Nel frattempo ho ripreso in mano la matita e, malgrado un bel po' di ruggine, mi esercito nel tempo libero... 


... cercando di ritagliarne sempre un po' per qualche ricetta. Quella di oggi l'ho trovata qui ma, al solito, m'è toccato modificarla. Sono certa che l'originale sia ottima, ma trovare mandarini ed olio di cocco fra gli scaffali dei pochi supermercati aperti la settimana di ferragosto (sì, l'esperimento risale a qualche settimana fa) è stata un'impresa impossibile. Ho quindi preparato la salsa con del succo d'arancia, insaporendola inoltre con un cucchiaino di salsa di soia ... ho sempre il dubbio di commettere un sacco di errori "tecnici" nei miei abbinamenti. Ma se a contare è il risultato finale, vi assicuro che non delude.
Per la cottura del pesce ho usato una padella antiaderente e poco olio di semi. Alla panatura di mandorle ho aggiunto un cucchiaio di pangrattato.



Ingredienti per 2 persone:

300 gr. di aringhe già pulite
1 piccolo avocado maturo
circa 30 gr. di mandorle e
10 gr. di pangrattato
1 rametto di rosmarino tritato
succo di 1 arancia
salsa di soia, 1 cucchiaino
olio di semi
sale
pepe

Lavate e asciugate i filetti di aringa. Preparate la panatura frullando le mandorle e mescolandole al rosmarino tritato ed al pangrattato.
In una padella antiaderente, scaldate poco olio di semi e cuocetevi i filetti (previa panatura) per circa 10-12 minuti, girandoli a metà cottura e salandoli gli ultimi minuti.
Per la salsa, frullate la polpa di avocado con il succo d'arancia, la salsa di soia, sale e pepe (aggiungete il sale solo dopo aver assaggiato il risultato). Vi anticipo che ne verrà un bel po' ... a parere mio un po' troppa per due persone. Ma l'avocado ossida molto rapidamente, sarebbe inutile tentare di salvarne mezzo.





Buon appetito, alla prossima!


1 commento:

Tiziana Pitichella ha detto...

Forte il cricetino ? Ciao mi chiamo Tiziana trovo questo tuo blog molto interessante ed ricco di consigli utili in cucina e al tempo stesso molto simpatico. Da oggi tua follower +g. Mi farebbe piacere se anche tu passassi da me per diventare mia lettrice fissa e regalarmi qualche consiglio per questa mia nuova avventura nel web. Ciao http://lacucinadipitichella.blogspot.it